Seleziona una pagina

E’ attivo il Bando Misura 6.4.2 – Regione Basilicata – Sostegno alla costituzione e allo sviluppo di agriturismi e fattorie didattiche.

L’ obiettivo di questa misura è favorire lo sviluppo e il riequilibrio del territorio agricolo, agevolare la permanenza degli imprenditori agricoli nel territorio rurale con il sostegno ad investimenti finalizzati alla diversificazione delle attività agricole.

L’investimento massimo ammissibile, iva esclusa è pari ad € 400.000,00 per azienda. Dotazione finanziaria 10 mln di euro. Il 90% delle risorse sono destinate alle aree C e D della Regione Basilicata.

Condizioni di ammissibilità:

  • Iscrizione alla C.C.IA.A., nella sezione speciale agricola;
    In possesso di partita IVA con codice ATECO agricolo;
    Non in difficoltà, così come definito dall’Art. 2 par. 18 del REG (UE) n. 651/2014
  • Iscrizione all’elenco regionale degli operatori agrituristici al momento del rilascio della domanda di sostegno sul SIAN o, in subordine, aver prodotto o produrre domanda di iscrizione all’elenco regionale degli operatori agrituristici, congiuntamente alla richiesta di contributo;
  • Solo per le aziende agrituristiche già autorizzate all’esercizio dell’attività, dimostrare di aver raggiunto un volume d’affari calcolato come media aritmetica degli ultimi tre anni di attività, superiore a:
    • € 3.000,00 per le aziende autorizzate ad esercitare solo l’attività di pernottamento;
    • € 6.000,00 per le aziende autorizzate ad esercitare solo l’attività di ristorazione;
    • € 8.000,00 per le aziende autorizzate ad esercitare sia l’attività di ristorazione che quella di pernottamento.
  • Interventi ammissibili:
    • Recupero funzionale di immobili, siti nell’azienda agricola e accatastati da almeno 5 anni;
    • Piccole costruzioni ex – novo per la realizzazione di laboratori polifunzionali aziendali, aule didattiche e servizi che non comportino perdita di SAU. Le trasformazioni ammesse sono quelle che vanno verso prodotti non agricoli (fuori Allegato I del TFUE);
    • Agricampeggi, aree verdi attrezzate, allestimento di spazi per musei sulle tradizioni contadine, sistemazioni esterne, piccole piscine, campetti pluriuso anche per il turismo equestre e relativi servizi;
    • Acquisto di nuovi impianti, macchinari, hardware, software, arredi ed attrezzature strettamente funzionali al progetto;
    • Spese generali, quali spese tecnico – progettuali, direzione lavori, consulenze agronomico – forestali, geologiche ed ambientali, economico finanziarie, costi per rilascio di autorizzazioni e nulla osta.

SCADENZA, ORE 14:00 DEL 27 GENNAIO 2020.

 

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare lo Studio Agronomico Acinapura.